• Antipasti

    Il carpaccio di manzo con rucola e grana è una pietanza semplice, veloce e gustosa. Non ha bisogno di alcuna cottura e per questo viene definito un piatto fresco, classicamente consumato come antipasto, ma da non sottovalutare come secondo piatto. Si tratta di fettine molto sottili di carne cruda, freschissima e tenerissima, di manzo o vitello, disposte su di un piatto da portata, decorate con rucola e scaglie di grana e condite con olio, limone, sale e pepe.

    Il nome carpaccio si deve a Giuseppe Cipriani, fondatore dell’Harry’s Bar di Venezia, che in un giorno del 1950 preparò il piatto appositamente per un’amica, la contessa Amalia Nani Mocenigo, quando seppe che i medici le avevano vietato la carne cotta. Il nome venne dato in onore del pittore Vittore Carpaccio in quanto a Giuseppe Cipriani il colore della carne cruda ricordava i colori intensi dei quadri del pittore ai quali era dedicata proprio in quel periodo una mostra.ù